Karina ARUTYUNYAN

Attrice, regista, insegnante, musicista. Nata e cresciuta nell’ex URSS, in Uzbekistan, in una famiglia di artisti e musicisti di origini armeno-ebraiche. Dopo 13 anni di studi musicali si diploma in pianoforte, musicologia e composizione presso la Scuola Statale di indirizzo musicale Uspenskij, a Tashkent, parificata al Conservatorio. Decide di intraprendere la carriera teatrale e dopo quattro anni di studio presso l'Istituto Statale dell'Arte e del Teatro si laurea in Arte Drammatica come attrice di teatro e di cinema (Laboratorio di Mark Weil), specializzandosi in seguito come regista di teatro di prosa e musicale.

Dal 1999 vive e lavora in Italia.

Mentre ancora frequenta l’Accademia, è assunta come attrice nella troupe principale del Teatro Ilkhome (attualmente The Ilkhome Theater of Mark Weil, Tashkent), la prima compagnia teatrale indipendente nell'Unione Sovietica, di cui fa parte per dieci anni. Durante questi anni interpreta vari ruoli fra cui Sposa ne Le nozze dei piccolo borghesi di Brecht, Zemruda ne I pitocchi fortunati di C.Gozzi, Toibele nel Toibele e il suo demone di I.B. Singer, Salomè in Salomè di O. Wilde, Candy in Pian della Tortilla di J. Steinbeck; partecipa in diverse produzioni internazionali, fra le quali Hotel Babel Inn (coproduzione Shapiro & Smit Dance Company, New York, USA, Ruhrfestspiele Reklinhausen, Germania, Teatro Ilkhome, Tashkent, Uzbekistan). Debutta come regista con un testo contemporaneo, Gisele di O. Mikhailova, e in seguito con L'Avventura di M. Cvetaeva. E’ co-fondatrice e docente di recitazione della Scuola d'Arte Drammatica del Ilkhome Theater of Mark Weil. Vincitrice di numerosi premi teatrali nazionali e internazionali, fra cui La parola e il gesto e Prova d'attore in Italia. Ha lavorato per il cinema e la televisione italiana; tra gli altri, partecipa al pluripremiato cortometraggio Deadline, di Massimo Coglitore, come protagonista, e per questo ruolo ha vinto due volte la nomination come miglior attrice ai festival di MoveFilmFestival ad Ancona e il Mediterraneo in corto a Salerno. Ha inoltre preso parte a Sguardo da uomo e Lievi crepe sul muro di cinta di Federico Rizzo, alla fiction Squadra (RAI3) e Caccia segreta di Massimo Spano (RAI1). Dal 2016 comincia a lavorare per il cinema e la televisione russa, girando a Mosca un’importante serie televisiva per il Primo Canale Nazionale, ispirata a quella francese Braquo. Fra i suoi partner sul piccolo e grande schermo Paolo Pierobon, Guido Caprino, Vladimir Mashkov. Le recenti produzioni teatrali fatte in Italia sono Il leone e il coccodrillo, scritto da Dacia Maraini e diretto da Hervé Ducroux, in cui interpreta la moglie di Bakunin accanto a Maurizio Donadoni, e Go. Go. Go., testo liberatmente tratto da I Marmi di Iosif Brodskij e diretto da Alexandr Sokurov, in cui interpreta il ruolo di Anna Magnani.

Nel teatro di prosa in Italia ha collaborato in qualità di aiuto regista e regista-assistente a diverse regie fra quali: Amleto di W. Shakespeare (Teatro Due di Parma), Aspettando Godot di S. Beckett, Marat/Sade di P. Weiss, Antigone di Sofocle. Come regista firma Dedica a Lorenzo Da Ponte nel giorno del compleanno di Mozart (Teatro Due di Parma), The Changeling di T.Middleton e W.Rowley (Teatro Stabile di Torino, Teatro Stabile di Roma, Teatro Due, Piccolo Teatro di Milano), Cechoviana, tratto dai racconti di A.Cechov (Teatro Filodrammatici, Milano), Il sogno di mia madre, tratto dall'omonimo racconto di Alice Munro (Campo Teatrale). Nel teatro di prosa e nell’opera lirica ha collaborato con i registi quali Walter Le Moli, Michele de Marchi, Andrej Konchalovskij. Ha collaborato e diretto in diverse produzioni molti illustri attori italiani, fra i quali Elisabetta Pozzi, Michele De Marchi, Elia Schilton, Manuela Mandracchia, Francesca Ciocchetti, Lino Guanciale, Giovan Battista Storti, Alessandro Averone, Paola De Crescenzo. Nel teatro musicale è aiuto regista e regista di opere, quali Don Carlo di G. Verdi (San Carlo di Napoli), Il Console di G. C. Menotti (Teatro Regio di Torino), Faust-cantata di A. Schnittke (Auditorium Verdi di Milano), Boris Godunov di M.Musorgskij (Teatro Regio di Torino). Nell’opera lirica collabora con direttori d’orchestra, quali Vladimir Jurovskij, Fabio Biondi, Gianadrea Noseda e con i cantanti lirici Dimitra Theodossiou, José van Dam, Jordi Domènech, Claron McFadden, Ann Hallenberg, Veronica Cangemi, Roberto Abbondanza, Orlin Anastassov.

Dal 2003 al 2014 è il titolare dei corsi Fondamenti del Teatro e di Regia Teatrale, presso lo IUAV (Istituto Universitario di Architettura di Venezia, Facoltà di Design e Arti Visive, Corso di Laurea in Arti Visive e dello Spettacolo), è docente di recitazione all'Accademia dei Filodrammatici di Milano e all’Accademia Teatrale Veneta; dal 2006 al 2009 è coordinatore artistico e tutore didattico del progetto Laboratorio Musicale L'Opera Barocca (IUAV, Gran teatro La Fenice, Teatro Due e l'Orchestra Europa Galante); ha tenuto numerosi workshop di regia, recitazione teatrale e cinematografica, fra gli altri, per il corso di specialistica per giovani attori, L’attore europeo fra danza, musica e teatro presso il Teatro Due; per il Festival Cinematografico Internazionale, Terre di Cinema (Sicilia, Italia) e Prima del Teatro, European School of Art for the Actor, (San-Miniato, Toscana) e per i corsi di perfezionamento in regia e drammaturgia per i coreografi presso la filiale del Tanzhous a Mosca.

I docenti