Renato Gatto

Docente di Tecnica vocale, vocalista, attore.
Studia con vari maestri della vocalità tra i quali: Ryszard Cieslak, Maggie Nicols, Laurie Anderson, Lisa Mayer, Jonathan Hart, Jay Clayton, Tran Quan Hai, Amalia Cuni.
Compie numerosi viaggi nel corso dei quali studia suoni, vocalità e musiche autoctoni, realizzando un proprio percorso didattico-formativo che pone al centro il rapporto corpo-voce, gesto-suono.

A Venezia nel ’79 fonda con Ambra D’Amico InCanto Suoni per Azioni, compagnia di teatro musicale attiva fino al 2003 in diverse manifestazioni e festival nazionali.

Dal 1993 al 2007 collabora come docente ai progetti didattici del Teatro La Fenice di Venezia e come interprete agli spettacoli: Viaggi di nozze di Babar (1993), Ma mere l'Oie (1994), Omaggio a Satie (1995) con il pianista J.P. Armengaud; Storie di Kipling (1999 cura la regia), Tipi da commedia (2001), La casa dei mostri (2003-2005) opera di Paolo Furlani regia di Betta Brusa; Pier(viol)ino e il lupo (2006-2007).

Nel '96 fonda e dirige fino al 2002 il Centro d' Arte Vocale, nato come spazio di incontro e diffusione delle pratiche della voce poi divenuto formazione composta da sette musicisti-vocalisti, con cui realizza concerti, performances e colonne sonore.

Dal 2008 al 2014 è uno dei componenti di “THEMIGRA” formazione di musicisti e danzatori, fondata dalla coreografa Laura Moro, che si propone di approfondire l’intreccio tra idiomi espressivi diversi attraverso l'arte dell'improvvisazione.

Nel 1986 inizia l'attività di insegnante di Tecnica Vocale in varie scuole: Scuola del Teatro l'Avogaria di Venezia, Civica Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, Civica Scuola di Animazione Teatrale di Milano, Scuola Internazionale di Creazione Teatrale di Kiklos Teatro di Padova, Civica Accademia Arte Drammatica Nico Pepe di Udine.

Attualmente insegna presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano.
Dal 2007 è Direttore Didattico dell’Accademia Teatrale Veneta di Venezia.
Cofondatore di IMMERSIVE ART FACTORY dal 1995 realizza installazioni di musica e immagini in numerose località europee, tra queste Carrières de Lumières in Provenza ha registrato 500.000 presenze all'anno negli ultimi spettacoli.

I DOCENTI